Scegli la più grande rete di Installatori Professionisti del settore energie rinnovabili in Italia.

Green Specialist è la rete di specialisti nell’installazione di impianti fotovoltaici, solari termodinamici, fotovoltaico con accumulo, climatizzazione e riscaldamento.

Installando una delle soluzioni proposte nella tua casa o nella tua azienda potrai usufruire degli incentivi statali, recuperando così il costo dell’impianto.

In questo articolo vogliamo parlarvi degli incentivi statali per l’installazione di una caldaia a condensazione, pannelli solari termici, impianto a pannello fotovoltaico, pompe di calore, fotovoltaico accumulo. Richiedi un preventivo gratuito a Green Specialist!

Gli incentivi attivi per l’anno 2016 sono:

Detrazione fiscale al 50%
L’Agenzia delle entrate ha confermato anche per l’anno 2016 la Detrazione IRPEF del 50% per ristrutturazioni edilizie generiche, valida pure per chi installa impianti fotovoltaici, anche con accumulo.
Fino al 31 dicembre 2016 chi installa pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica può approfittare della detrazione sull’IRPEF pari al 50% delle spese di realizzazione (con limite massimo di € 96.000).
Oltre alla detrazione IRPEF al 50%, per gli impianti fotovoltaici viene applicata l’IVA al 10% invece che al 22%.

Come viene erogata la detrazione per il fotovoltaico?
Viene erogata in 10 rate annuali dello stesso importo. Quindi, per esempio, su un impianto fotovoltaico del valore di € 40.000 si potranno recuperare € 20.000 in 10 anni.

Chi può beneficiarne?
Proprietari di immobili, inquilini o affittuari, familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile, titolari di diritto di usufrutto, soci di società semplici o cooperative, imprenditori solo nel caso in cui l’immobile non sia già stato classificato tra le merci e i beni strumentali dell’azienda.

Ci sono dei limiti?
La detrazione fiscale è applicabile agli impianti fotovoltaici che non usufruiscono delle tariffe incentivanti del Conto Energia. Inoltre, per beneficiare della detrazione è necessario che l’impianto fotovoltaico sia installato per soddisfare principalmente il fabbisogno energetico dell’abitazione.

Come richiedere la detrazione fiscale?
È necessario comunicare all’ASL l’inizio dei lavori, bonificare l’importo e indicare in modo esplicito sulla ricevuta:

Causale del versamento con riferimenti legislativi.
Codice fiscale del beneficiario della detrazione.
Numero di fattura e partita IVA dell’impresa o del soggetto a cui si effettua il bonifico.

Al momento della dichiarazione dei redditi bisogna indicare in modo completo i dati catastali dell’immobile e allegare tutti i documenti richiesti dall’Agenzia delle Entrate.

fotovoltaico incentivi

Detrazione al 65% e Conto Termico
Chi installa un impianto solare termico o un impianto di riscaldamento/raffreddamento con pompa di calore ha due possibilità di risparmio: può infatti beneficiare della detrazione sull’IRPEF pari al 65% o del Conto Termico.

fotovoltaico incentivi

Come funziona la detrazione IRPEF 65%?
La Legge di Stabilità 2016 entrata in vigore l’1 gennaio 2016 ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 la detrazione fiscale del 65% per tutti gli interventi di efficienza energetica negli edifici. Detta anche Ecobonus, questa detrazione copre le installazioni di impianti con pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria con limite di € 60.000. Per beneficiare della detrazione è necessario che pannelli e bollitori siano dotati di garanzia di almeno 5 anni mentre gli accessori e i componenti tecnici devono avere garanzia di 2 anni.

Rientrano nella detrazione anche interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento con caldaie a condensazione o pompe di calore e di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria – con limite di costo massimo di € 30.000.

I documenti necessari sono:

Scheda con dettagli degli interventi effettuati, dati di chi usufruirà della detrazione, costi sostenuti.
Copia dell’attestato di certificazione energetica – se previsto – e scheda informativa da trasmettere all’ENEA per via telematica entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Il recupero della detrazione sull’IRPEF al 65% avviene in 10 rate annuali di pari importo.

Come funziona il Conto Termico 2016?
In vigore dal 31 maggio 2016, il Conto Termico è previsto dal GSE per gli interventi finalizzati a incrementare l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Possono beneficiarne le Pubbliche Amministrazioni, le imprese, i privati e – a partire da quest’anno – anche le società in house e le cooperative di abitanti.

È possibile usufruire dell’incentivo per:

Interventi che migliorano l’efficienza energetica: solare termico, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione.
Interventi che producono energia termica mediante fonti rinnovabili: impianti dotati di pompe di calore.

Il Conto Termico funge da contributo alle spese sostenute e viene erogato in rate annuali, per una durata che varia dai 2 ai 5 anni in base agli interventi fatti.

Affidati alla rete di installatori più grande d’Italia: potrai avere installato in breve tempo – direttamente a casa o nella tua azienda – caldaia a condensazione, pannelli solari termici, pannelli fotovoltaici, pompe di calore, fotovoltaico accumulo a prezzi convenienti, garantiti da Green Specialist.

Search