Scegli la più grande rete di Installatori Professionisti del settore energie rinnovabili in Italia.

La legge di Bilancio 2017 prevede, anche per quest’anno, la possibilità di usufruire dell’Ecobonus 65% e detrarre quindi, in 10 rate annuali tramite l’imponibile Irpef, il 65% dei costi sostenuti per l’installazione e l’acquisto dei nuovi impianti o parte di essi, cioè di una Caldaia a Condensazione.

L’inverno è arrivato, le temperature si abbassano ed abbiamo la necessità di accendere il riscaldamento di case ed uffici per stare al caldo..ma a che prezzo!
Inevitabilmente aumenteranno i costi e le vecchie caldaie, con una bassa classe di consumo energetico, ci faranno spendere ancor di più tra consumi elevati, pezzi di ricambio e manutenzione, ma è solo l’inizio… Quando arriverà la bolletta ci si gelerà il sangue!

Come  trovare il giusto equilibrio tra risparmio e benessere?

Rivedendo il tuo impianto di riscaldamento, totalmente o parzialmente.

Potresti iniziare con la sostituzione della caldaia tradizionale con una caldaia a condensazione o un impianto a pannelli solari.

All’Ecobonus possono accedere tutti coloro che entro il 31 Dicembre 2017, procederanno alla sostituzione degli impianti di case singole, villette, appartamenti ed addirittura seconde case e luoghi di lavoro.

Il bonus non è applicabile alle nuove costruzioni.

Beneficiari del bonus sono anche le aree condominiali comuni, nel caso siano inefficienti energeticamente, anche se i vantaggi fiscali saranno percentualmente differenti.

Nell’ Ecobonus 65% sono compresi altri lavori, come la sostituzione o la modifica dei serramenti, al fine di evitare lo spreco e la dispersione di calore, energia e denaro, senza considerare l’inquinamento ambientale prodotto.

Ai vantaggi fiscali si sommerà il risparmio economico, infatti l’installazione del nuovo impianto abbasserà i consumi fino al 40% e vi permetterà di rientrare nell’investimento ancor più celermente!

Per ottenere il rimborso è necessario che gli utenti conservino e trasmettano telematicamente all’ENEA entro 90 giorni dalla data di conclusione dei lavori l’Attestazione di Asseverazione, l’APE e tutte le ricevute delle spese sostenute il cui pagamento dev’essere necessariamente tracciabile.

Contattaci per prenotare il tuo sopralluogo gratuito e iniziare a risparmiare!

Contact Us
Invio
Search